Finanziamento a fondo perduto fino al 50% alle imprese operanti nella Valle dell’Aniene.

 

La finalità degli interventi è il sostegno alle imprese che operano nella Valle dell’Aniene per lo sviluppo, la riconversione, l’ammodernamento strutturale, tecnologico e gestionale delle attività produttive esistenti, nonché incentivi alla nascita di nuove imprese.

BANDO PUBBLICATO SUL B.U.R. DEL 01/10/2020 A PAGINA 638.

Soggetti beneficiari

Destinatari degli Aiuti previsti dal presente Avviso sono le ditte individuali, i liberi professionisti e le imprese, qualsiasi sia la forma societaria, aggregazioni stabili e/o temporanee di imprese, con sede operativa nel territorio dei 35 comuni della Valle dell’Aniene.

Elenco dei Comuni della Valle Aniene:

1. Affile
2. Agosta
3. Anticoli Corrado
4. Arcinazzo Romano
5. Arsoli
6. Bellegra
7. Camerata Nuova
8. Canterano
9. Castel Madama
10. Cerreto Laziale
11. Cervara di Roma
12. Ciciliano
13. Cineto Romano
14. Gerano
15. Jenne
16. Licenza
17. Mandela
18. Marano Equo
19. Olevano Romano
20. Percile
21. Pisoniano
22. Riofreddo
23. Rocca Canterano
24. Roccagiovine
25. Rocca Santo Stefano
26. Roiate
27. Roviano
28. Sambuci
29. San Vito Romano
30. Saracinesco
31. Subiaco
32. Vallepietra
33. Vallinfreda
34. Vicovaro
35. Vivaro Romano

Tipologia di interventi ammissibili

L’Avviso pubblico prevede due Linee di finanziamento:
– LINEA A: Contributi per progetti di investimento, secondo le caratteristiche di seguito indicate.

Relativamente alle domande di richiesta di contributo per investimenti – LINEA A – le tipologie di spese ammissibili sono le seguenti:
A. Investimenti materiali:
– acquisto macchinari, impianti, hardware e attrezzature varie nuovi di fabbrica, arredi, strettamente necessari al ciclo di produzione/erogazione dei servizi ed esclusi quelli relativi all’attività di rappresentanza;
– opere murarie e lavori edili strettamente necessari alla creazione o ampliamento/ristrutturazione di una unità locale sede dell’attività economica per la quale si chiede il contributo, nella misura massima del 50% dell’investimento;
B. Investimenti immateriali:
– brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi;
– software e applicativi digitali non destinati alla rivendita, commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’Impresa.
C. Costi per la fidejussione

– LINEA B: Bonus occupazionale.
Il bonus occupazionale è concesso alle imprese che assumono a tempo indeterminato o determinato per almeno 24 mesi.
È consentita la cumulabilità del bonus occupazionale con il contributo richiesto per un progetto di investimento. Pertanto, una stessa impresa può fare domanda sia sulla LINEA A che sulla LINEA B, con due distinte domande.
Per documentare l’assunzione è necessario produrre la comunicazione di assunzione all’INPS, che deve essere successiva alla pubblicazione del presente avviso.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo è a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili del progetto approvato e comunque per un importo massimo di € 10.000.
L’importo minimo del Progetto ammissibile è di 4.000,00 Euro. Non è previsto un importo massimo per il valore del progetto, stante il limite massimo del contributo erogabile sopra indicato.

Per la LINEA B è istituita una riserva di € 100.000 sull’ammontare complessivo della dotazione.

L’importo massimo del bonus è pari a € 10.000 ed è concesso in caso di una o più assunzioni a tempo indeterminato o di almeno due assunzioni a tempo determinato per almeno 24 mesi ciascuna. In caso di una sola assunzione a tempo determinato per almeno 24 mesi il bonus è riparametrato e calcolato in € 5.000.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 12.00 del 05 novembre, alle ore 18.00 del 18 gennaio 2021. Procedura valutativa a sportello.