Finanziamento a fondo perduto fino al 40% per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti.

 

BANDO PUBBLICATO SUL BUR NUMERO 102 DEL 10/07/2020 A PAGINA 267.

 

La misura prevede la concessione di un contributo in conto capitale per la copertura dei costi sostenuti dagli imprenditori agricoli per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti.

 

La misura ha lo scopo di incrementare la competitività dei produttori di vino attraverso la ristrutturazione e
riconversione della base produttiva primaria.

Soggetti beneficiari

Sono ammissibili al sostegno le imprese agricole che conducono vigneti di varietà di uva da vino.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le seguenti attività:

 

  • riconversione varietale che consiste nel reimpianto sullo stesso appezzamento o su un altro appezzamento,con o senza la modifica del sistema di allevamento, di una diversa varietà di vite;
  • ristrutturazione, che consiste nella diversa collocazione del vigneto attraverso il reimpianto del vigneto stesso in una posizione più favorevole dal punto di vista agronomico, sia per l’esposizione che per ragioni climatiche ed economiche enel reimpianto del vigneto attraverso l’impianto nella stessa particella ma con modifiche alla forma di allevamento o al sesto di impianto;
  • miglioramento delle tecniche di gestione dei vigneti anche attraverso azioni di razionalizzazione degli interventi sul terreno e delle forme di allevamento;
  • miglioramento delle opere a difesa della sistemazione dell’impianto viticolo; azioni collegate a terrazze, ciglioni e muri a retta: recupero sistemazione di opere di sostegno (muri a secco, “marogne”, o altri interventi similari) o di raccordo attuate non contestualmente alle attività a) e b).

Entità e forma dell’agevolazione

L’intensità dell’aiuto pubblico concedibile è: pari a 40% della spesa ritenuta ammissibile.

Scadenza

La domanda può essere presentata entro il 30 agosto 2020.