Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per progetti innovativi, che favoriscano lo sviluppo e la costituzione di reti per la tutela e la promozione del diritto al cibo.

 

Contributo a sostegno del finanziamento di progetti innovativi che prevedano lo sviluppo di reti tra tutti gli attori della filiera agroalimentare.

Soggetti beneficiari

Possono partecipare al bando:

 

  • Enti pubblici, università, organismi di diritto pubblico e soggetti a prevalente partecipazione pubblica
  • Enti che al momento della presentazione della domanda di finanziamento risultano iscritti nel registro del terzo settore e che operano nel territorio lombardo
  • Soggetti privati che perseguono finalità civiche solidaristiche e di utilità sociale che operano senza scopo di lucro, le associazioni di categoria, le associazioni riconosciute o non riconosciute, le fondazioni
  • Soggetti pubblici e privati che operano con scopo di lucro, liberi professionisti che si occupano della filiera agroalimentare. Sono ammessi i raggruppamenti, anche temporanei, tra i soggetti di cui sopra.
  • raggruppamenti tra i soggetti beneficiari.

Tipologia di interventi ammissibili

Il presente Bando si pone come obiettivo la promozione di azioni concrete finalizzate a promuovere sistemi alimentari e consumi più sostenibili, a ridurre gli sprechi alimentari e a favorire l’accesso al cibo di tutti i cittadini.

I progetti finanziati dal bando dovranno perseguire le seguenti finalità:

 

  • valorizzazione dle prodotto agroalimentare lungo tutto la filiera
  • riduzione degli sprechi
  • ridistribuzione degli alimenti ai bisognosi
  • valorizzazione dell’agricoltura sostenibile
 
Sono ammesse le seguenti tipologie di spese:
 
  • personale dedicato al progetto
  • spese amministrative di gestione del progetto
  • rimborso spese volontari e personale
  • spese connesse a raccolta, trattamento e distribuzione derrate alimentari
  • spese per materiali di consumo
  • affitto spazi (pro quota), magazzini e locali di stoccaggio
  • spese per il noleggio di beni strumentali
  • spese per acquisto di piccole attrezzature e piccoli arredi per il progetto
  • acquisto di applicazioni e programmi informatici, App, sistemi di tracciabilità
  • spese per fideiussione
  • spese per divulgazione/pubblicizzazione del progetto

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse disponibili sono pari ad euro 400.000.

Il contributo a fondo perduto minimo richiedibile è pari a € 20.000,00 (IVA compresa), quello massimo è pari a € 60.000,00 (IVA compresa).  

Il contributo può essere concesso fino al 100% della spesa ammmessa.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dal 09/08/2021, ore 10:00 al 27/09/2021, ore 12:00.