Finanziamento a fondo perduto fino al 100% per interventi per la promozione e la produzione culturale.

 

La Regione Calabria, con il presente bando, finanzia interventi per la promozione e la produzione culturale, in un’ottica di valorizzazione e  dimigliore fruizione del patrimonio naturalistico, ambientale e culturale, favorendo forme di gestione innovative e integrate. 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda:

a) Enti pubblici;

b) Fondazioni e Associazioni Culturali;

c) Imprese e loro consorzi operanti nel campo della promozione culturale;

d) Società cooperative, che per statuto svolgono prevalentemente attività culturali o artistiche, operanti nei settori della musica, della danza o della prosa, della promozione culturale.

Nel caso di progetti presentati in forma associata il partenariato deve essere formalizzato mediante la costituzione di ATS da non più di tre soggetti. L’ATS è composta interamente da:

1) Enti pubblici, oppure

2) Interamente da soggetti di cui alle lettere da b) a d).

Tipologia di interventi ammissibili

Il bando è finalizzato alla realizzazione di eventi che soddisfano cumulativamente le condizioni di seguito esposte:

i. eventi che hanno avuto almeno 6 edizioni negli ultimi 10 anni;

ii. eventi che hanno un legame duraturo e caratterizzante col bene/luogo/ambientale o il luogo ad alta vocazione turistica in cui si svolge, comprovabile dalla documentazione con l’ente proprietario o amministratore del bene, da cui discende la valorizzazione del bene medesimo, e/o un rapporto formale di collaborazione/partnership/convenzione con il Mibact, rispetto al bene/luogo di riferimento.

iii. il periodo di svolgimento, fatte salve le disposizioni di cui al par. 3.2 del bando, va dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2020. 

In particolare, si fa riferimento agli eventi culturali realizzati all’interno di beni culturali e ambientali (aree archeologiche, musei, edifici storici, borghi, aree e parchi naturali etc.), di centri storici e, più in generale, nei luoghi di maggiore attrattività turistico/culturale che hanno i requisiti necessari per la realizzazione di eventi.

I beni culturali e i luoghi di cultura in cui avrà luogo l’evento devono trarre vantaggio, in termini di valorizzazione delle proprie caratteristiche, dal progetto stesso. Nel contempo, i progetti dovranno promuovere integrazione tra diverse forme di espressività artistica e differenti pratiche culturali.

Le spese ammissibili a contributo sono le seguenti:

a) i costi operativi collegati direttamente al progetto o all’attività culturale, quali la locazione o l’affitto di immobili e centri culturali, le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto o all’attività culturale, le strutture architettoniche utilizzate per mostre e messe in scena, i prestiti per le mostre, la locazione e l’acquisto o il noleggio degli strumenti musicali, software e attrezzature, i costi di promozione e i costi direttamente imputabili al progetto o all’attività;

b) le spese relative al personale impiegato nell’istituzione culturale o nel sito del patrimonio o per un progetto;

c) i costi dei servizi di consulenza e di progettazione degli eventi, direzione artistica, direzione tecnico-organizzativa, i costi per l’accesso a opere protette dal diritto d’autore e ad altri contenuti protetti da diritti di proprietà intellettuale, nel limite massimo del 20% rispetto ai costi totali ammissibili;

d) i costi per comunicazione e pubblicità dell’evento.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria disponibile per le operazioni selezionate con il presente Avviso è pari a 1.000.000 Euro ed è articolata, per ciascuna delle due tipologie di intervento, come di seguito:

A. Per interventi proposti, in forma singola o associata, da Enti pubblici: € 700.000. (Contributo concedibile pari al 100% delle spese ammissibili).

B. Per interventi proposti, in forma singola o associata, dagli altri beneficiari elencati nel paragrafo “soggetti beneficiari”, € 300.000. (contributo concedibile pari al 70% delle spese ammissibili). 

Il presente finanziamento previsto per la realizzazione di eventi culturali non è cumulabile con altri finanziamenti pubblici, nazionali, regionali o comunitari relativi alle stesse spese ammissibili.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è alle ore 14 del 30 settembre 2020.