Finanziamento a fondo perduto fino al 100% a sostegno delle aziende zootecniche per i danni da predazioni provocati dal lupo.

 

Con il presente intervento la Regione Toscana ha provveduto all’indennizzo dei danni provocati al patrimonio zootecnico delle aziende agricole dagli attacchi predatori da parte del lupo (canis lupus), rimborsando il valore di mercato dei capi uccisi e le eventuali spese veterinarie per la cura degli animali feriti.

Soggetti beneficiari

Possono fare richiesta gli imprenditori agricoli (PMI attive nella produzione agricola primaria) con allevamento zootecnico posto nel territorio regionale che abbiano subito un evento predatorio, da parte del lupo (canis lupus), certificato da veterinario dell’azienda ASL, nel periodo compreso tra il 1°gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, che abbia causato la morte o il ferimento grave (destinato a morte) di uno o più capi allevati, ed è subordinato all’applicazione di almeno una misura di prevenzione (cani da guardiania e/o recinzioni di sicurezza).

In considerazione dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia Covid-19, è eccezionalmente consentito presentare domanda per i danni subìti anche nell’anno 2019, a condizione che l’azienda non vi abbiano provveduto in occasione del bando dell’anno 2020.

Tipologia di interventi ammissibili

L’aiuto è concesso:

 

  • per i danni diretti: costo degli animali uccisi o morti/abbattuti a seguito delle ferite riportate
  • per i costi indiretti: i costi veterinari documentati relativi al trattamento di animali feriti;

Entità e forma dell’agevolazione

Il bando ha un budget finanziario di 318.606,99 euro.

 

Il contributo massimo per il danno diretto ovini è di euro 1.200.

Il contributo massimo per il danno diretto caprini è di euro 500.

Il contributo massimo per il danno diretto bovini e bufalini è di euro 3.000.

Il contributo massimo per il danno diretto equini è di euro 2.000.

Il contributo massimo per il danno diretto asinini è di euro 1.000

Il contributo massimo per il danno diretto suini è di euro 650.


Intensità di aiuto: 100% dei costi diretti ammissibili, 80% dei costi indiretti ammissibili.

Scadenza

Bando prorogato al 30 aprile 2021.