Finanziamento a fondo perduto destinato alle Organizzazioni di Volontariato o Associazioni di Promozione Sociale impegnate nell’emergenza covid-19.

 

Il presente avviso persegue i seguenti obiettivi generali e aree prioritarie di intervento:

 

Obiettivo 1: Aree prioritarie di intervento

b) rinforzare la resilienza dei poveri e di coloro che si trovano in situazioni di vulnerabilità e ridurre la loro esposizione e vulnerabilità;

c) promuovere attività di recupero delle eccedenze alimentari;

d) anticipare e individuare situazioni di fragilità e di bisogno che possano coinvolgere anche fasce di popolazione particolarmente esposte (ad esempio: minori, anziani soli, persone non autonome in situazioni di precarietà economica, ecc.);

f) rafforzare i legami di vicinanza e di supporto anche attraverso processi di mutuoaiuto;

l) risposte a bisogni di prima necessità e di pronto intervento anche finalizzate alla costruzione di un progetto personalizzato.

 

Obiettivo 10: Ridurre le ineguaglianze Aree prioritarie di intervento

e) sostegno scolastico al di fuori dell’orario scolastico ed extra-scolastico (attività sportive, musicali, studio, ecc.);

f) contrasto delle condizioni di fragilità e di svantaggio della persona al fine di intervenire sui fenomeni di marginalità e di esclusione sociale;

g) contrasto alle solitudini involontarie specie nella popolazione anziana attraverso iniziative e percorsi di coinvolgimento attivo e partecipato.

j) accrescimento della consapevolezza per l’abilitazione e lo sviluppo delle competenze per favorire l’autonomia delle persone con disabilità e una migliore gestione della vita quotidiana

 

Obiettivo 11: Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili

Aree prioritarie di intervento

c) sostegno all’inclusione sociale, in particolare delle persone con disabilità e non autosufficienti;

f) sviluppo e promozione dello sport come strumento di aggregazione e crescita sociale;

h) sviluppo e rafforzamento dei legami sociali, da promuovere all’interno di aree urbane o extraurbane disgregate o disagiate, con particolare riferimento allo sviluppo di azioni di coesione, che abbiano l’obiettivo di creare legami e relazioni significative e favoriscano la partecipazione delle famiglie alla vita dei quartieri;

i) sviluppo di forme di welfare generativo di comunità.

 

Obiettivo 13: Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico

Aree prioritarie di intervento

c) sensibilizzazione e incentivazione della capacità umana e istituzionale per quanto riguarda la mitigazione del cambiamento climatico, l’adattamento, la riduzione dell’impatto e l’allerta tempestiva;

e) sensibilizzazione delle persone sulla necessità di adottare comportamenti responsabili per contribuire a minimizzare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sulle comunità naturali e umane.

 

La scelta degli obiettivi soprarichiamati è stata dettata dalla grave situazione di incertezza e difficoltà causata dal diffondersi del COVID-19 che ha coinvolto anche il modo del Terzo Settore ed in particolare il volontariato e l’associazionismo di promozione sociale, che sta svolgendo un’insostituibile funzione di supporto a favore della popolazione più vulnerabile, come le persone disabili e non autosufficienti, i senza dimora, le famiglie disagiate.

Soggetti beneficiari

Beneficiari delle risorse di cui al presente Bando sono:

 

1. le organizzazioni di volontariato iscritte da almeno due anni nel registro regionale;

2. le associazioni di promozione sociale con sede nella Regione Calabria iscritte da almeno due anni nel registro nazionale.

Tipologia di interventi ammissibili

Le risorse sono finalizzate a sostenere:

 

1. interventi per rispondere ai bisogni fondamentali e alle esigenze straordinarie della popolazione e in particolare delle persone fragili, a seguito dell’emergenza creatasi sul territorio a causa del diffondersi del Covid-19;

2. riavvio e mantenimento sul territorio delle iniziative culturali, sportive, ricreative, educative, ecc., e loro adeguamento alle condizioni imposte dalle misure di prevenzione ai fini di contrasto all’isolamento sociale;

3. prosecuzione attività, a seguito della sospensione dovuta all’emergenza sanitaria e nel rispetto delle indicazioni vigenti in materia di contrasto alla diffusione del Covid19, dei centri sociali, aggregativi e ricreativi;

4. azioni di sostegno alle persone in condizione di fragilità e di svantaggio al fine di prevenire e contrastare fenomeni di impoverimento, marginalità e di isolamento sociale;

5. promozione e sviluppo del recupero dei beni alimentari e non a fini di solidarietà sociale e del corretto riutilizzo, riciclo, conferimento dei beni a fine vita.

6. promozione di azioni per combattere il cambiamento climatico, per la tutela dell’ambiente e il benessere degli animali.

 

Per lo svolgimento delle attività di cui sopra, sono ammesse le spese relative all’inizio delle attività progettuali dal 08/03/2020 al 31/01/2021 come di seguito specificate:


• spese di gestione immobili (canoni di affitto, utenze, pulizie, piccole manutenzioni ordinarie strettamente necessarie allo svolgimento delle attività, ecc.);

• spese per igienizzazione / acquisto DPI / attuazione misure di contrasto alla diffusione del Covid-19;

• spese per acquisto di beni / attrezzature entro il valore unitario massimo di euro 516,46, a condizione che risultino indispensabili per la realizzazione delle attività e con limite di incidenza massima del 30% del finanziamento assegnabile; • spese acquisizione beni di consumo e servizi;

• spese di personale, esclusivamente riferite alle attività di cui al precedente punto;

• rimborsi spese ai volontari coinvolti nelle attività elencate al precedente punto.

 

Le spese che non siano oggettivamente documentabili non possono superare il 15% dell’intero finanziamento concedibile.

Entità e forma dell’agevolazione

Per il finanziamento del presente Bando regionale è destinata la somma di € 1.218.466,00.

 

Il contributo previsto è di:

€. 2.000,00 per associazioni con soci da 10 a 20;

€. 3.000,00 per associazioni con soci da 20 a 30;

€. 4.000,00 per associazioni con soci da 30 a 40;

€. 5.000,00 per associazioni con soci da 40 a 50;

€. 7.000,00 per associazioni con soci oltre i 50.

Scadenza

Sarà possibile presentare le domande dalle ore 12:00 del 18/12/2020 ed entro e non oltre le ore 12:00 del 29/12/2020.