Finanziamento a fondo perduto del 70% a sostegno delle imprese della pesca e dell’acquacoltura per far fronte alla crisi determinata dal Covid-19.

 

Possono accedere all’aiuto erogato dalla regione Sardegna le imprese attive dei settori della pesca e dell’acquacoltura (imprese di produzione primaria), che hanno sede operativa nella Regione Sardegna, che nel corso dell’emergenza sanitaria causata dal COVID-19 erano attive e a causa della crisi economica da questa determinata, hanno subito una perdita di fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019.

Soggetti beneficiari

Settore interessato dal presente aiuto è quello della pesca e dell’acquacoltura (produzione primaria). La misura si applica all’intero territorio regionale.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di euro 6.000.000,00.

L’aiuto è concesso in forma di sovvenzione alle imprese attive dei settori della pesca e dell’acquacoltura (imprese di produzione primaria) nella misura del 70% dei 3/12 del fatturato relativo all’anno 2019 (prendere in considerazione il volume d’affari indicato al rigo VE50 della dichiarazione IVA 2020).

Per i soggetti che hanno iniziato l’attività dopo il 31/12/2019, ma non oltre il 30/04/2020, è concesso un aiuto una tantum pari ad 1.000,00 euro.

Scadenza

Le domande devono essere inoltrate entro il 30/06/2021.