Comune di Milano. Finanziamento a fondo perduto fino all’80% per le spese di gestione a sostegno delle micro e piccole imprese milanesi situate in aree che subiscono l’influenza dei cantieri per la realizzazione della linea metropolitana M4.

 

Il Comune di Milano ha valutato l’opportunità di prevedere anche per l’anno in corso un sostegno economico, in parte corrente, finalizzato a supportare la gestione ordinaria delle aziende, a realizzare interventi per il miglioramento della loro visibilità e per il loro consolidamento, anche in una fase di forte disagio e di limitazione dell’attività. Al tal fine sono state approvate le linee guida per la concessione di contributi a sostegno delle micro e piccole imprese situate in aree che nel corso dell’anno 2020 hanno subito e subiscono un impatto molto elevato a causa dei cantieri per la realizzazione della linea metropolitana M4, tenendo conto altresì dei provvedimenti finalizzati al contenimento del contagio del virus COVID-19 assunti a livello governativo e regionale che hanno introdotto misure eccezionali, via via più restrittive, culminate nel c.d. lockdown che ha interrotto la maggioranza delle attività della vita economica e sociale; tali misure hanno avuto effetti ancor più rilevanti per le imprese collocate lungo i cantieri M4, la cui difficile ripresa economica durante la fase della riapertura è stata ulteriormente condizionata dalla ridotta visibilità e accessibilità.

Soggetti beneficiari

I destinatari del presente avviso sono le micro e piccole imprese commerciali, artigiane, del turismo e dei servizi ubicate presso i fronti stradali affacciati sui cantieri che nell’anno 2020 che hanno subito/stanno subendo un impatto molto elevato, indicate nel bando.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammesse al contributo esclusivamente le spese correnti, ovvero relative alla gestione e all’esercizio dell’attività, al netto dell’Iva, sotto dettagliate:

• canoni di locazione e spese condominiali relative ad immobili sede operativa dell’azienda così come risultante dall’iscrizione al registro imprese della CCIAA;

• utenze (energia elettrica, gas, telefonia, ecc.);

• rate di mutuo/leasing per acquisto beni o servizi strettamente legati all’attività dell’azienda;

• spese per il personale: retribuzioni, formazione e qualificazione del personale (soci assunti dalla società, personale dipendente, lavoratori a tempo determinato, collaboratori a progetto);

• spese per prestazioni di servizi: spese di pubblicità, promozione, marketing, comunicazione, spese per servizi connessi all’attività di commercializzazione e vendita (fiere, progettazione e sviluppo sito internet, implementazione dell’e-commerce);

• acquisto di fattori produttivi (materie prime, semilavorati) a condizione che non costituiscano beni ammortizzabili e che non siano destinati alla vendita;

• canoni e tributi locali corrisposti nell’anno di riferimento (TARES, COSAP, ICP).

Saranno ammissibili esclusivamente le spese che non siano già state oggetto di rendicontazione nell’ambito di precedenti misure di sostegno pubblico.

Sono ritenuti ammissibili per la determinazione del contributo gli interventi al netto di IVA, sconti, abbuoni e oneri accessori.

Sarà possibile portare a rendicontazione le spese sostenute a partire dal 01/02/2020 e fino al 31/01/2021.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria complessiva è pari ad Euro 440.000,00.

Contributo a fondo perduto fino all’80%.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 17/12/2020.