Comune di Milano. Bando Torri in Piazza. Finanziamento a fondo perduto per l’insediamento di nuove attività e la trasformazione dei locali commerciali nel quartiere Gratosoglio.

 

Il bando prevede il sostegno economico alle realtà imprenditoriali e sociali interessate ad insediarsi nel contesto urbano di Gratosoglio attraverso il recupero di spazi non residenziali sfitti con  progettualità finalizzate alla rivitalizzazione del territorio con ricadute anche di tipo occupazionale per i giovani e di servizi innovativi per i residenti. La rigenerazione locale è prevista in funzione di una migliore vivibilità del quartiere e dello sviluppo di attività di interesse per la comunità e i giovani. Il bando si propone di coniugare l’insediamento di nuove attività e la riqualificazione di spazi sfitti di proprietà di Aler Milano con l’attivazione di servizi per la comunità.

Soggetti beneficiari

I progetti possono essere presentati sia da lavoratori autonomi con partita IVA che da persone giuridiche, costituite e in via di costituzione. Possono inoltre essere presentati da:

– organizzazioni di volontariato,

– associazioni di promozione sociale,

– enti filantropici,

– imprese e cooperative sociali,

– società di mutuo soccorso

– fondazioni e altri enti del terzo settore.

 

Il soggetto proponente deve dimostrare una buona conoscenza del territorio, delle sue problematiche e delle sue potenzialità.

Tipologia di interventi ammissibili

Le proposte progettuali dovranno intervenire sulle condizioni interne ed esterne degli spazi indicati nel bando.

 

I progetti dovranno essere finalizzati a consentire le seguenti attività:

 

  • micro-imprenditoria e imprenditoria sociale in grado di innescare processi di sviluppo ad alto impatto sociale, con particolare attenzione all’integrazione e all’inserimento lavorativo dei giovani e della popolazione femminile.
  • attività commerciali ad alto contenuto e valore sociale capaci di coniugare una dimensione di prossimità nell’offerta di beni, prodotti e servizi con una dimensione di innovazione sociale.
  • servizi di vicinato che promuovano, anche attraverso pratiche di mutuo-aiuto e attivazione diretta degli abitanti, il miglioramento della qualità dell’abitare, con particolare riferimento alla popolazione anziana.
  • attività di natura educativa, legate al mondo della formazione e allo sviluppo di nuove professionalità, che sappiano creare occasioni di crescita personale e di sviluppo delle competenze e delle capacità delle persone.
  • attività volte alla promozione del benessere delle persone e allo sviluppo della cittadinanza attiva.
  • Attività lgate all’ambito culturale e alla promozione della cultura come strumento di rigenerazione urbana e di valorizzazione dei territori.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di 100.000,00 euro.

 

Il contratto di locazione sarà abbattuto del 50%.

 

Le spese di ristrutturazione saranno coperte da cofinanziamento per una massimo dell’80% del costo totale sostenuto.

Scadenza

Le proposte dovranno essere inviate entro le ore 12:00 del 15 marzo 2021.