Comune di Enna e Comune di Caltanissetta. PO FESR 2014/2020. Azione 9.3.1. Finanziamento a fondo perduto pari al 100% per il recupero o la realizzazione di nuove infrastrutture per la prima infanzia e adolescenza.

 

Il presente bando prevede il finanziamento di progetti per :

  • interventi di adeguamento e rifunzionalizzazione di edifici pubblici esistenti (comprese forniture e arredi) finalizzati a servizi per la prima infanzia fascia 0 – 3 anni conformi alle normative regionali di riferimento, ovvero asili nido, micro nido, e servizi integrativi prima infanzia (spazi gioco e centri per bambini e famiglie);
  • interventi di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione (comprese forniture e arredi) dei centri di aggregazione per minori, centri ludici e centri educativi diurni rivolti alla popolazione di fascia di età 4-18 anni;

ed è finalizzato al conseguimento dell’obiettivo di incremento della percentuale di bambini tra zero e 3 anni che usufruiscono di servizi per l’infanzia.

Il risultato atteso è quantificato attraverso il seguente indicatore:

-Aumento/consolidamento/qualificazione dei servizi di cura socio-educativi rivolto ai bambini

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono il Comune di Enna ed il Comune di Caltanissetta.

Tipologia di interventi ammissibili

1. Sono ammissibili le operazioni di adeguamento, rifunzionalizzazione e ristrutturazione di edifici pubblici, compresa la fornitura delle relative attrezzature e arredi, da adibire all’erogazione dei seguenti servizi:

 

a) nidi per l’infanzia o asili nido, micro nido e servizi integrativi per l’infanzia, nel rispetto degli standard strutturali;
b) centri di aggregazione per minori, centri ludici e centri educativi diurni rivolti alla popolazione di fascia di età 4-18 anni, con particolare attenzione ai servizi offerti per la fascia d’età 4-6 anni. 

2. Nello specifico sono ammissibili a titolo indicativo i seguenti interventi:

 

  • interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, rivolti alla riqualificazione degli immobili esistenti;
  • interventi di adeguamento e miglioramento dell’impiantistica;
  • interventi di superamento delle barriere architettoniche e di realizzazione di soluzioni tecnologiche di domotica per garantire l’accessibilità all’immobile e alle parti comuni alle persone con disabilità;
  • interventi di efficientamento energetico degli edifici da perseguire mediante il miglioramento dei consumi di energia e l’innalzamento della classe della prestazione energetica;
  • interventi rivolti all’adeguamento normativo in termini di igiene edilizia, benessere per gli utenti, sicurezza statica, sicurezza impianti, accessibilità, ecc.

 

Gli interventi di cui al precedente punto 1 lett. b) potranno essere finalizzati ad assicurare servizi a carattere sperimentale/innovativo quali ad esempio: centri educativi diurni e i centri ludici (ad alta intensità educativa rivolti a minori che si trovano anche in situazioni di disagio familiare e socio ambientale o a rischio di emarginazione sociale, anche al fine di prevenire l’allontanamento dal proprio nucleo familiare), con idonei orari di apertura per l’intero anno solare; centri di aggregazione per offrire opportunità di impegno e di utilizzo del tempo libero, dopo l’orario scolastico, con attività ricreative, culturali, sportive, artigianali, sociali ecc. ed idonei orari di apertura per l’intero anno solare.

 

Per la realizzazione delle Operazioni previste nel presente Avviso, il costo è determinato nel rispetto delle seguenti categorie di spese ammissibili:

a) esecuzione dei lavori relativi alle opere, agli impianti, all’acquisto delle forniture e dei servizi connessi all’esecuzione dell’opera stessa;

b) acquisizione di immobili necessari per la realizzazione dell’opera;

c) indennità e contributi dovuti ad enti pubblici e privati come per legge (permessi, concessioni, autorizzazioni, finalizzate all’esecuzione delle opere);

d) spese generali;

e) acquisizione di arredi, attrezzature, macchinari e strumentazione tecnica funzionali al progetto per un importo massimo di € 100.000,00;

f) incremento del patrimonio culturale – libri, riviste, DVD, CD – per un importo massimo di € 5.000,00;

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria del presente Avviso è pari a euro 3.268.722,95.

 

Il contributo finanziario a fondo perduto viene concesso fino al 100% dei costi totali ammissibili dell’operazione.

Scadenza

Le domande devono essere inviate entro il 2 marzo 2021.