Città Metropolitana di Bologna. Premio Barresi. Finanziamento a fondo perduto una tantum per imprese giovanili e sostenibili.

 

Il Premio Antonio Barresi ha lo scopo di sostenere e premiare lo sviluppo di imprese guidate e composte da giovani, che abbiano finalità e modalità di lavoro orientate alla sostenibilità nell’accezione integrata promossa dalle Nazioni Unite attraverso l’Agenda 2030. Il Premio Barresi intende favorire progetti d’impresa ben definiti, che presentino una strategia chiara, progetti di sviluppo coerenti e modalità di previsione e monitoraggio degli impatti sociali, economici ed ambientali prodotti. Il bando favorirà inoltre le imprese con una vision futura ambiziosa, incentrata su idee innovative e originali strettamente legate allo sviluppo sostenibile.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda le micro e piccole imprese (indipendentemente dalla forma giuridica), regolarmente iscritte al Registro Imprese e attive, che abbiano sede legale e operativa nel territorio della Città metropolitana di Bologna alla data del 1° luglio 2020 e la cui compagine sia costituita da persone con un’età media inferiore ai 35 anni alla data di scadenza dell’Avviso.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammesse a rendicontazione le spese correnti sostenute nel periodo compreso tra il 01/01/2021 e il 31/12/2021, non relative alla gestione ordinaria dell’impresa, ma strettamente e direttamente finalizzate allo sviluppo ulteriore del progetto imprenditoriale e/o ad azioni di promozione dello stesso. A titolo di esempio, sono ammissibili le spese relative a:

• servizi di consulenza per l’ulteriore sviluppo del progetto imprenditoriale;

• pubblicità, promozione e comunicazione, incluse le spese necessarie all’organizzazione di eventi;

• partecipazione ad eventi fieristici e di networking;

• formazione del personale.

Non possono essere portate a rendiconto:

1. le spese sostenute per fornitura di beni e servizi da parte di società controllate e/o collegate al richiedente/beneficiario con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti, e comunque tutte le spese riguardo alle quali si ravvisi una effettiva elusione del divieto di fatturazione fra imprese appartenenti “all’impresa unica”;

2. le spese in autofatturazione;

3. le spese per le quali si è chiesto e/o ottenuto il rimborso da parte di altri progetti e/o finanziamenti;

4. interventi per i quali si è chiesto e/o ottenuto il rimborso da parte di compagnie assicurative;

5. rimborsi a titolari/soci e amministratori;

6. le spese relative a atti notarili, registrazioni, imposte e tasse;

7. le spese relative a costi di esercizio ordinario dell’impresa (esempio: i costi sostenuti per l’acquisto di materie prime, di servizi, i costi per il personale dipendente, utenze, canoni locazione, materiali di consumo, beni usati, ecc);

8. le spese di investimento: macchinari, attrezzature, ecc;

9. le spese i cui documenti giustificativi di spesa siano antecedenti alla data di avvio delle attività, nonché le spese sostenute successivamente alla data di scadenza del termine per la conclusione del Progetto (31/12/2021).

Entità e forma dell’agevolazione

Attraverso il presente Avviso pubblico saranno assegnati contributi a fondo perduto per complessivi € 6.000. Saranno selezionate 2 imprese; a ciascuna sarà assegnato un contributo di € 3.000.

Scadenza

Il termine per la presentazione delle domande è il 13 novembre 2020.