CCIAA Maremma e Tirreno. Finanziamento a fondo perduto pari al 70% sotto forma di voucher per il potenziamento dei servizi connessi al cicloturismo.

 

La Camera di commercio Maremma e Tirreno, alla luce dei gravi danni causati dal Covid-19 al settore del turismo, ha pubblicato il presente bando con l’obiettivo di promuovere il territorio delle province di Grosseto e Livorno attraverso lo sviluppo dei servizi collegati al settore del cicloturismo che adottano comportamenti “slow” e sostenibili affinché il sostegno alle attività ad esso collegate siano il tramite per:

 

  • sviluppare nuovi prodotti turistici ovvero diversificare, migliorare ed ampliare quelli già esistenti con l’obiettivo di favorire nuovi arrivi, permanenze più prolungate e il ritorno di visitatori;
  • garantire il completamento di prodotti cicloturistici già esistenti in termini di fruibilità turistica e di raccordo tra percorsi ciclabili e itinerari turistici ad altri ambiti del turismo esperienziale (religiosi, shopping, tratturi, culturali, enogastronomici e naturalistici) per mettere a sistema servizi e prodotti che conferiscono unicità all’offerta turistica territoriale; 
  • integrare le offerte turistiche della costa con quelle dell’interno, anche mediante azioni di comunicazione; 
  • favorire la nascita di nuove imprese che introducano prodotti funzionali all’erogazione di servizi connessi alla cura e alla fruizione dei percorsi cicloturistici e di mobilità lenta; 
  • formare nuove professionalità addetti ai servizi turistici nell’ambito del cicloturismo e della mobilità lenta.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le micro, piccole e medie imprese, loro cooperative e consorzi che operino nel settore del Turismo e iscritte alla Camera di commercio con i seguenti codici ATECO:

55.10.0 Alberghi
55.20.1 Villaggi turistici
55.20.2 Ostelli della gioventù
55.20.4 Colonie marine e montane
55.20.5 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence,
alloggio connesso alle aziende agricole
55.30.0 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte
55.90.2 Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero

 

Le imprese devono, altresì, avere la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Livorno o Grosseto.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021:

MISURA A:

 

a) realizzazione di un banco di lavoro o angolo attrezzi per la manutenzione ordinaria e per la riparazione delle biciclette;

b) acquisto degli attrezzi di base per le riparazioni ordinarie delle biciclette (cavalletto specifico, set chiavi inglesi, pompa con manometro, cacciaviti, pinze, oliatore);

c) realizzazione di angolo attrezzato per la pulizia delle biciclette;

d) acquisto di rastrelliera “appendibici”;

e) acquisto di panche e armadietti;

f) acquisto di biciclette per noleggio (Roadbike, MTB, Citybike ed Ebike);

g) Spese di promozione (realizzazione di materiale cartaceo e/o digitale della struttura finalizzato alla promozione del cicloturismo).

Con riferimento alle voci da a) ad f), sono ammissibili solo i costi relativi ad attrezzature nuove, condizione
che dovrà risultare dalla fattura di acquisto.

 

MISURA B:

 

h) Servizi di formazione sul cicloturismo per il personale della struttura (ad esempio servizi di ospitalità per il turismo in bicicletta, promozione turistica, alimentazione, meccanica delle biciclette, lingue straniere, ecc.) curati da soggetti con esperienza documentata nel settore.

Il servizio deve essere erogato da agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori, Camere di Commercio.

La spesa riconosciuta relativa alla Misura B non potrà essere superiore al 10% della spesa totale rendicontate ed ammissibili di cui alla Misura A ed è eventuale e complementare alle spese di cui alla Misura A.

Entità e forma dell’agevolazione

Le risorse stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a € 30.000.

Il presente Bando prevede l’erogazione di un voucher a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute.

Scadenza

Le domande di partecipazione devono essere presentate a partire dall’8 febbraio 2021 fino ad esaurimento delle risorse e comunque entro e non oltre il 1° dicembre 2021.