CCIAA di Verona. Contributo in conto abbattimento tassi di interesse per sostenere la liquidità.

 

La Camera di commercio di Verona, per prevenire la crisi di liquidità delle micro piccole e medie imprese causata dall’emergenza sanitaria ed economica COVID-19 promuove una misura straordinaria dedicata alle operazioni di liquidità finalizzata a supportare le imprese a superare questa fase di difficoltà e garantire la continuità nelle attività.
Il sostegno consiste in contributi per l’abbattimento del tasso di interesse applicato ai finanziamenti bancari per operazioni di liquidità. È inoltre previsto un ulteriore contributo a copertura del costo della garanzia, compresi i costi di istruttoria.

Soggetti beneficiari

I beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese che abbiano stipulato un contratto di finanziamento bancario per operazioni di liquidità a partire dal 20 agosto 2020. Inoltre, le imprese devono essere iscritte alla Camera di Commercio di Verona e avere sede legale e/o unità locale in provincia di Verona.

La domanda di contributo dovrà essere presentata per il tramite di un Confidi (vigilato e non vigilato, purchè autorizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico ad operare con il Fondo di Garanzia) dal quale l’impresa ha ottenuto la garanzia ed il supporto all’istruttoria della pratica di finanziamento bancario.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili esclusivamente i finanziamenti con un tasso applicato dell’intermediario finanziario nel limite massimo del 5%.
I finanziamenti agevolati dal contributo devono essere destinati ad operazioni di liquidità, come specificato dal contratto di finanziamento.
I finanziamenti saranno agevolati qualora abbiano un valore minimo pari a 10.000 euro e fino ad un importo massimo di 100.000,00 euro anche per contratti di importo superiore. I finanziamenti agevolati dal contributo possono anche essere garantiti oltre che da un Confidi anche dal Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese.

Entità e forma dell’agevolazione

L’intervento prevede l’assegnazione di un contributo in abbattimento del tasso di interesse, applicato al finanziamento agevolabile, fino al 3%. Qualora il tasso di interesse nominale annuo attribuito al finanziamento risultasse pari o inferiore al tasso di abbattimento applicabile, si procederà all’abbattimento totale del tasso di interesse. Il calcolo del beneficio terrà conto della periodicità delle scadenze del piano di ammortamento considerando come agevolabile il termine minimo di 12 mesi e massimo di 36 mesi anche per contratti di durata superiore.

Alle imprese è riconosciuta altresì una copertura del 50% dei costi di garanzia, compresi costi di istruttoria, fino ad un valore massimo di 1.000 euro.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 8:00 del 20 agosto 2020 alle ore 21:00 del 30 novembre 2020.