CCIAA di Roma. Premio Idea Innovativa 2020. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% a supporto di progetti imprenditoriali femminili di Roma e provincia finalizzati allo sviluppo di nuove soluzioni o percorsi innovativi.

 

La Camera di Commercio di Roma, in collaborazione con il Comitato per la Promozione dell’Imprenditorialità Femminile, bandisce la VIII edizione del “Premio Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile” allo scopo di diffondere la cultura imprenditoriale femminile e favorire la crescita e lo sviluppo della realtà imprenditoriale femminile di Roma e provincia.

Soggetti beneficiari

Possono partecipare al Premio le micro, piccole e medie imprese di Roma e provincia che, al momento di presentazione della domanda abbiano sede legale e/o unità operativa iscritta presso il Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Roma.

 

Inoltre le imprese partecipanti devono avere il carattere di impresa, individuale o collettiva, “femminile”, ossia nello specifico:

 

– se imprese individuali, abbiano titolare donna;

– se società di persone o società cooperative, il numero delle donne socie rappresenti almeno il 60% della compagine sociale;

– se società di capitali, le donne socie detengano almeno i due terzi delle quote di capitale e costituiscano almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo amministrativo.

Tipologia di interventi ammissibili

Rientrano fra le spese ammesse solo quelle imputabili al progetto in modo chiaro, specifico e diretto, da comprovare successivamente con regolari giustificativi di spesa. Sono considerate ammissibili le seguenti categorie di spesa:

 

1) impianti generali e spese di ristrutturazione dei locali destinati allo svolgimento dell’attività;

2) macchinari e attrezzature (compreso hardware) e beni strumentali direttamente pertinenti alla realizzazione del progetto;

3) spese per materiali di prova, realizzazione di prototipi e collaudi finali;

4) registrazione di brevetti internazionali;

5) infrastrutture di rete e collegamenti (incluse delle spese di software e hardware), consulenze ed altri servizi tecnologici e manageriali, nella misura massima del 20% del costo totale del progetto;

6) costo del personale dipendente secondo le diverse tipologie previste dalla legge, dedicato in via esclusiva all’elaborazione e allo sviluppo del progetto innovativo, nella misura massima del 20% del costo totale dello stesso;

7) azioni di marketing e comunicazione relative al progetto, nella misura massima del 10% del costo totale del progetto.

 

Tutte le spese vengono considerate al netto di IVA e di altre imposte e tasse.

Entità e forma dell’agevolazione

La Camera di Commercio prevede uno stanziamento di complessivi € 25.000,00 (venticinquemila/00), ripartiti in cinque premi di massimo € 5.000,00 (cinquemila/00) cadauno da assegnare ad altrettante imprese per la realizzazione di un progetto imprenditoriale.

 

Il premio è costituito, per ciascuna impresa vincitrice, da un contributo pari al 50% delle spese riconosciute ammissibili e viene assegnato all’impresa femminile il cui progetto si sia distinto per l’originalità dell’attività svolta e/o per l’innovatività del processo produttivo, del prodotto o del servizio offerto, degli strumenti di commercializzazione o di assistenza alla clientela.

 

Il contributo concesso alla singola impresa vincitrice non può, in ogni caso, superare l’importo complessivo di € 5.000,00 (cinquemila/00)

Scadenza

Domande entro le ore 14:00 del 18 dicembre 2020.