CCIAA di Lucca. Finanziamento a fondo perduto pari al 70% per il potenziamento del settore del cicloturismo.

 

Le misure sono tre: una rivolta alle imprese per investimenti specifici nel cicloturismo e due ad enti pubblici ed organismi no profit, per interventi sia sul settore turismo che sul cicloturismo.

Il bando ha come obiettivo quello di promuovere il territorio delle provincia di Lucca attraverso lo sviluppo dei servizi collegati al settore del cicloturismo allo scopo di:
 
 
  • sviluppare nuovi prodotti turistici ovvero diversificare, migliorare ed ampliare quelli già esistenti con l’obiettivo di favorire nuovi arrivi, permanenze più prolungate e il ritorno di visitatori; 
  • garantire il completamento di prodotti cicloturistici già esistenti in termini di fruibilità turistica e di raccordo tra percorsi ciclabili e itinerari turistici ad altri ambiti del turismo esperienziale (religiosi, shopping, culturali, enogastronomici, naturalistici ecc.), per mettere a sistema servizi e prodotti che conferiscono unicità all’offerta turistica territoriale; 
  • integrare le offerte turistiche della costa con quelle dell’interno, anche mediante azioni di comunicazione; 
  • favorire lo sviluppo di nuove imprese che introducano prodotti funzionali all’erogazione di servizi connessi alla cura e alla fruizione dei percorsi cicloturistici e di mobilità lenta. I servizi di cui al presente regolamento devono essere diretti ad una platea indifferenziata di cittadini e di turisti, in modo tale che ne sia consentita la più ampia fruizione possibile.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente regolamento le imprese, loro cooperative e consorzi che operano nel settore del Turismo, del Commercio e dei Servizi, per il perseguimento delle finalità indicate sopra.

Possono altresì beneficiare delle agevolazioni di cui al presente regolamento le imprese, loro cooperative e consorzi, che esercitano il commercio all’ingrosso o al dettaglio di biciclette e relative parti ed accessori, secondo i limiti indicati dal bando.

Le imprese devono avere la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Lucca.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili solo le seguenti spese, direttamente e specificatamente imputabili all’iniziativa, comprovate da documenti fiscalmente validi, intestati all’impresa richiedente il contributo e sostenute a partire dal 1° settembre 2021:

 

a) realizzazione di un banco di lavoro o angolo attrezzi per la manutenzione ordinaria e per la riparazione delle biciclette;

b) acquisto degli attrezzi di base per le riparazioni ordinarie delle biciclette (cavalletto specifico, set chiavi inglesi, pompa con manometro, cacciaviti, pinze, oliatore) e per la loro messa in sicurezza (accessori di chiusura);

c) realizzazione di angolo attrezzato per la pulizia delle biciclette;

d) acquisto di colonnine per la ricarica di bici elettriche;

e) acquisto di rastrelliera “appendibici”;

f) acquisto di panche e armadietti ad uso dei clienti per noleggio;

g) acquisto di biciclette per noleggio gratuito (Roadbike, MTB, Citybike, Gravel ed Ebike), in ogni caso di valore non superiore a € 1.000,00 cadauna;

h) spese per la copertura assicurativa delle biciclette, di proprietà della clientela o dell’impresa per noleggio gratuito, limitatamente al premio pagato per l’anno 2021;

i) spese di promozione: realizzazione di materiale cartaceo e/o digitale finalizzato alla promozione del cicloturismo nel territorio della provincia, in distribuzione o fruizione gratuita (esclusivamente per la realizzazione di mappe, guide, itinerari a tema).

Entità e forma dell’agevolazione

Il budget totale di € 250.000 è stanziato e suddiviso sulle tre misure.

 

Imprese:

Il budget stanziato per l’intervento è pari a € 100.000.

La domanda dovrà far riferimento esclusivamente ad investimenti già realizzati.

L’investimento minimo di spesa ammissibile è fissato in € 1.000,00 e deve essere realizzato presso la sede e/o U.L. situate nel territorio di competenza della Camera di Lucca.

Il contributo consiste in un voucher a fondo perduto pari al 70% delle spese sostenute e ammissibili, fino ad un massimo di € 5.000.

Scadenza

Le domande devono essere presentate a partire dal 1 settembre 2021 fino ad esaurimento delle risorse e comunque entro e non oltre il 31 dicembre 2021.