CCIAA di Lucca. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per sostenere le imprese nell’adempimento degli obblighi normativi per la ripartenza in sicurezza delle attività economiche.

 

La Camera di commercio di Lucca 0 istituisce un contributo a fondo perduto a favore delle imprese della provincia di Lucca per sostenerle nell’adempimento degli obblighi normativi per la ripartenza in sicurezza delle attività economiche.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dell’intervento camerale le imprese che:

a) se iscritte prima del 1/3/2019, nell’anno 2019 hanno avuto un volume dei ricavi inferiore o uguale a 1,5 milioni di euro1 e nel periodo tra il 1° marzo 2020 ed il 31 agosto 2020 hanno avuto un calo del fatturato almeno del 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente così come risulta dalle liquidazioni IVA (ora chiamate LIPE) dei mesi di riferimento;

b) se iscritte dopo il 1/3/2019, non svolgono attività ritenute “essenziali” ai sensi del Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 25 marzo 2020. A tal fine fanno fede i codici Ateco presenti in visura. A tal fine fanno fede i codici Ateco presenti in visura a partire dalla data del 25/3/2020;

c) abbiano la sede legale e/o un’unità operativa nella provincia di Lucca;

d) siano attive ed in regola con il pagamento del diritto annuale.

Tipologia di interventi ammissibili

Gli ambiti di attività a sostegno della ripartenza in sicurezza dovranno riguardare: 

  • sanificazione degli ambienti per adeguarsi alle disposizioni nazionali e regionali applicabili al proprio settore;
  • riorganizzazione degli spazi vendita;
  • dispositivi e tecnologie per consentire di operare in sicurezza, di controllare gli accessi, di realizzare il distanziamento sociale;
  • assistenza per la redazione dei documenti necessari per attestare il rispetto dei Protocolli anticontagio;
  • formazione del personale sulle misure da adottare;
  • misure in concreto attuate per la sensibilizzazione di utenti, clienti, fornitori per consentire comportamenti rispettosi delle disposizioni di sicurezza adottate, quali, a titolo di esempio, segnaletica, cartellonistica, filmati etc.

Ogni impresa potrà presentare una sola domanda di contributo.

Sono ammissibili le seguenti spese:

a) acquisto proprietà o acquisto in leasing di beni strumentali materiali ed immateriali;

b) canoni, licenze d’uso, noleggio attrezzature;

c) acquisto di servizi di consulenza e/o di formazione;

d) spese di presentazione della pratica nel limite di € 10. 

Tali spese devono essere state sostenute dal 1° marzo 2020 fino al 30 novembre 2020. Non sono ammesse domande per spese da sostenere.

Entità e forma dell’agevolazione

Sono ammesse spese che, complessivamente, abbiano un importo minimo di € 500.

Sulle spese ammissibili è concesso un contributo pari al 50% delle stesse fino ad un massimo di € 500.

Scadenza

Le domande possono essere presentate dalle ore 15:00 del 15/10/2020 fino al 30/11/2020, salvo esaurimento delle risorse.