CCIAA di Firenze. Finanziamento a fondo perduto fino al 70% per l’organizzazione e/o promozione di iniziative per la filiera corta nella città metropolitana di Firenze.

 

La Camera di Commercio di Firenze ha stanziato contributi a fondo perduto per finanziare eventi e iniziative promozionali della filiera corta e le iniziative didattiche per la promozione dei prodotti a filiera corta negli istituti scolastici della CIttà metropolitana di Firenze. 

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dell’intervento camerale le associazioni riconosciute e non riconosciute del settore agricolo, le organizzazioni di produttori del settore agricolo riconosciute (OP) e i consorzi del settore agricolo, con sede legale e/o operativa nella città metropolitana di Firenze. I soggetti richiedenti non obbligati all’iscrizione al Registro Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (REA) della Camera di Commercio di Firenze devono essere, al momento della presentazione della domanda di contributo, già legalmente costituiti con un atto costitutivo ed avere un proprio statuto vigente nonché essere regolarmente iscritti presso la competente Agenzia delle Entrate. Per i soggetti richiedenti obbligati all’iscrizione al Registro delle Imprese o al Repertorio Economico Amministrativo (REA) della Camera di Commercio di Firenze, dovranno ricorrere i seguenti presupposti alla data di presentazione della domanda di contributo:

a. essere attivi;

b. avere sede legale e/o operativa nella città metropolitana di Firenze, iscritta al Registro delle Imprese di Firenze;

c. essere in regola con il pagamento del diritto annuale (ove previsto).

Tipologia di interventi ammissibili

I soggetti beneficiari possono presentare domanda per le seguenti tipologie di spesa:

a. Spese relative ad iniziative/eventi promozionali di filiera corta (a titolo esemplificativo e non esaustivo: costi per allestimento stand, disallestimento stand, noleggio attrezzature, suolo pubblico, pubblicità su radio, stampa e tv, grafica e stampa di opuscoli promozionali, volantini e manifesti, banner su internet, analisi di mercato e studi di fattibilità, spese per acquisti di beni strumentali strettamente inerenti all’iniziativa, ecc.);

b. Spese relative all’allestimento di locali/ambienti destinati alla vendita diretta di prodotti agricoli (a titolo esemplificativo e non esaustivo: costi per attrezzature, banconi, frigoriferi, ecc. con esclusione delle spese edili ed impiantistiche);

c. Spese per la realizzazione di piattaforme digitali e/o adeguamento siti web per la vendita on line dei prodotti di filiera corta (a titolo esemplificativo e non esaustivo: costi per implementazione sito, per progettazione infrastruttura informatica e costi di promozione e comunicazione);

d. Spese per l’organizzazione di iniziative didattiche per la promozione dei prodotti a filiera corta negli istituti scolastici della provincia di Firenze (a titolo esemplificativo e non esaustivo: spese per la docenza, spese per la stampa di materiale promozionale, ecc.)

Si considerano ammissibili le spese sostenute per iniziative realizzate dal 1° Gennaio 2020 al 31 Dicembre 2020.

Entità e forma dell’agevolazione

L’intervento della Camera di Commercio consiste in un contributo pari al 70% delle spese sostenute, per progetti con un minimo di spesa di € 5.000.  Il contributo massimo spettante ad ogni soggetto è pari ad € 20.000.

Scadenza

La scadenza per la presentazione delle domande è il 31/12/2020.