CCIAA di Ferrara. Bando voucher digitali. Finanziamento a fondo perduto pari al 50% per sostenere la digitalizzazione delle spese.

 

Anche per il 2021, la Camera di commercio di Ferrara, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.0,  ha stanziato fondi per sostenere le imprese ferraresi di TUTTI I SETTORI che vogliono introdurre nuove tecnologie digitali.

Oltre che allo sviluppo dell’innovazione auspicata dal Piano 4.0, la misura intende favorire interventi di digitalizzazione e automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza Covid-19 così come nella fase di ripartenza.

Soggetti beneficiari

Micro o Piccole o Medie imprese con sede legale e/o unità locali operative nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Ferrara.

I fornitori di beni e/o servizi di impresa beneficiaria delle agevolazioni di cui al presente bando non possono essere, a loro volta, soggetti beneficiari di questo bando.

Ai fini del presente Bando, l’impresa dovrà avvalersi esclusivamente per i servizi di consulenza e formazione di uno o più fornitori, (eventualmente come da elencazione disponibile su www.atlantei40.it ) tra i seguenti:

 

– Competence center di cui al Piano nazionale Impresa 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;

– incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;

– FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter (http://fab.cba.mit.edu/about/charter/);

– centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 – (http://www.unioncamere.gov.it/P42A3764C3669S3692/elenco-dei-centri-di-trasferimentotecnologico-industria-4-0-certificati.htm );

– start-up innovative e PMI innovative;

– Innovation Manager iscritti nell’albo degli esperti tenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico e/o dall’elenco dei manager tenuto da Unioncamere (consultabile all’indirizzo web: http://www.unioncamere.gov.it/P42A0C4239S3692/elenco-dei-manager-dell-innovazione.htm );

– ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza/formazione alle imprese nell’ambito delle tecnologie indicate nel Bando. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una autocertificazione attestante tale condizione da consegnare all’impresa beneficiaria prima della domanda di voucher.

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

 

a) servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal bando

b) acquisto di beni e servizi strumentali, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti indicate nel bando.

Entità e forma dell’agevolazione

Il fondo stanziato dalla Camera di commercio per il 2021 è di 180.000 euro.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher.

I voucher avranno un importo minimo di Euro 2.000,00 e massimo di euro 4.000,00.

L’intensità dell’agevolazione è fissata nella misura del 50% delle spese ammissibili.

Per le imprese femminili e per le imprese in possesso del rating di legalità l’intensità massima dell’agevolazione è elevata al 60% delle spese ammissibili, fermo restando l’importo massimo del voucher di euro 4.000,00.

Scadenza

Le domande potranno essere inviate dalle ore 10 del 7 luglio 2021 sino alle ore 16.00 del 30 luglio 2021.