CCIAA di Cosenza. BANDO DOP E IGP – II EDIZIONE. Finanziamento a fondo perduto per l’adesione ai sistemi di certificazione DOP e IGP al fine di aumentare la competitività sui mercati nazionali ed internazionali.

 

Con il presente bando, la Camera di Commercio di Cosenza ha voluto stimolare le imprese operanti nel settore agroalimentare ad aderire ai sistemi di certificazione DOP e IGP al fine di aumentare la competitività sui mercati nazionali ed internazionali delle filiere dei prodotti certificati che interessano il territorio provinciale.

Soggetti beneficiari

Sono ammesse al contributo camerale di cui al presente bando le imprese operanti nel settore agroalimentare che:

  • rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa e che abbiano la sede legale o l’unità locale iscritta al Registro delle Imprese della Camera di commercio di Cosenza
  • abbiano il sito produttivo ricompreso nell’area di produzione del disciplinare riferito alla filiera di riferimento;

Tipologia di interventi ammissibili

Le spese devono essere sostenute per conseguire la certificazione esclusivamente nelle categorie D.O.P e I.G.P presenti nell’elenco delle denominazioni italiane, iscritte nel Registro delle denominazioni di origine protette (DOP), delle indicazioni geografiche protette (IGP) pubblicato sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAFT), ovvero:


  • Costi indiretti: consistono nell’insieme dei costi sostenuti per ottenere la certificazione di prodotto della Denominazione di origine o dell’Indicazione geografica, generalmente di natura fissa (indipendenti dal volume di produzione), che riguardano ad esempio consulenze ad esperti (enologi, tecnologi, agronomi);
  • Costi diretti: sono costi legati alle attività inerenti la produzione dei prodotti certificati ai vari livelli endoprocedurali della filiera: ad esempio costi del personale addetto alla manutenzione dei terreni adibiti alle coltivazioni e alle relative piante, costi per prodotti per la sanificazione ammessi dalle normative e dai disciplinari di produzione, costi per le attività di raccolta, di estrazione e tutti quei costi legati al ciclo produttivo del prodotti certificati; costi per il confezionamento ed etichettatura del prodotto;
  • Costi complementari, ossia spese (come le quote associative) sostenute dalle imprese per ottenere i servizi di promozione e tutela erogati dai Consorzi di tutela e promozione (che abbiano riconoscimento ministeriale in corso di validità per l’anno di rifermento del bando).
Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 50.000.

Scadenza

Le domande possono essere inviate a partire dalle ore 09:00 del 4 marzo 2021 fino alla chiusura dello stesso fissata alle ore 21:00 del 30 giugno 2021.