CCIAA di Avellino. Finanziamento a fondo perduto per l’abbattimento del tasso di interesse su finanziamenti bancari. Anno 2021.

 

In considerazione dell’emergenza sanitaria ancora in corso e con l’obiettivo di supportare le imprese del territorio la Camera di Commercio di Avellino ha concesso contributi alle PMI della provincia di Avellino per l’abbattimento del tasso d’interesse sui finanziamenti bancari finalizzati a favorire l’accesso al credito e alla liquidità necessaria per la gestione aziendale in una fase economica particolarmente critica, in continuità con le precedenti annualità.

Soggetti beneficiari

Sono ammesse ai benefici del presente bando le imprese che rientrino nella definizione di micro, piccola o media impresa che abbiano sede legale ed operativa in provincia di Avellino.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ritenuti ammissibili i contratti di finanziamento con istituti creditizi per gli interventi e le relative spese (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) sostenute successivamente alla data di erogazione del finanziamento bancario, regolarmente annotate nella contabilità aziendale e riguardanti specificamente:

 

  • Investimenti fissi: immobili, impianti, attrezzature, ristrutturazioni. Sono esclusi i contratti di finanziamento per acquisto di autovetture aziendali;
  • Investimenti immateriali: marchi, brevetti, ricerca, pubblicità, ecc.; Incremento stabile del capitale circolante (scorte) conseguente al programma di investimenti; 
  • Investimenti in progetti di ricerca & sviluppo per la realizzazione di nuovi prodotti e servizi o per il rinnovo dei processi produttivi (spese per il personale di ricerca, attrezzature, strumentazioni e materiali da utilizzare per l’attività di ricerca, servizi di consulenza, ecc.); 
  • Investimenti rivolti all’innovazione tecnologica, alla tutela ambientale e alla sicurezza sugli ambienti di lavoro: macchinari, attrezzature, impianti, progettazioni, consulenza, spese per certificazioni ambientali e di qualità, formazione del personale, ecc.;
  • Investimenti specifici nel settore dell’Information & Communication Technology – ITC : Hardware informatico e per le telecomunicazioni, reti locali, software gestionali, creazione di call center, investimenti in eBusiness, creazione di portali aziendali, ecc.; 
  • Progetti di internazionalizzazione delle imprese (spese relative alla partecipazione a fiere, mostre e manifestazioni specializzate); 
  • Acquisizioni di rami aziendali: partecipazioni in altre società (anche estere); 
  • Investimenti per formazione; Sono altresì ritenuti ammissibili i finanziamenti finalizzati al consolidamento delle passività a breve termine dell’impresa richiedente e l’apertura di credito in conto corrente.

Entità e forma dell’agevolazione

Il fondo inizialmente stanziato è pari a 50.000,00 euro che potrà essere successivamente incrementato sulla base delle domande presentate.

L’entità dell’abbattimento del costo di ciascun finanziamento viene determinato nella misura di tre punti percentuali del tasso di interesse effettivo corrisposto da piccole e medie imprese su finanziamenti per le prime tre annualità, fino ad un massimo di 2.500,00  euro. Sono agevolabili anche le spese d’istruttoria pratica se indicate nel contratto di finanziamento entro il limite massimo di 500,00 euro e posto il limite del contributo massimo di 2.500,00 euro

Scadenza

La domanda di contributo dovrà essere presentata a partire dalle ore 9.00 del 19 luglio 2021 e fino al 29 ottobre 2021. Nel caso in cui il fondo stanziato risultasse insufficiente a soddisfare tutte le domande di contributo presentate, si procederà all’ammissione seguendo l’ordine cronologico fino ad esaurimento dell’importo stabilito.