CCIAA dell’Umbria. Finanziamento a fondo perduto fino al 50% per la selezione di iniziative organizzate da terzi di rilievo per la promozione economica e territoriale della regione Umbria. Anno 2021.

 

Il bando sostiene la promozione e valorizzazione dell’economia e del territorio attraverso la concessione di contributi alle iniziative organizzate da terzi che si svolgono nella regione Umbria.

Soggetti beneficiari

Possono richiedere il contributo camerale i seguenti soggetti:

 

  • gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico o a prevalente capitale pubblico
  • gli organismi privati portatori di interessi diffusi sia del sistema delle imprese sia di componenti della società civile quali: associazioni imprenditoriali, enti e organizzazioni private senza scopo di lucro, organismi del privato sociale (ONLUS) e di rappresentanza dei lavoratori

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammissibili a contributo le iniziative e i progetti in programma dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 che abbiano le seguenti finalità:

 

– promozione culturale e/o turistica del territorio;
– valorizzazione delle eccellenze produttive;
– sostegno alla competitività del tessuto imprenditoriale locale

 

Le spese ammissibili sono in generale le spese che sono strettamente inerenti alla realizzazione dell’iniziativa per la quale viene richiesto il contributo e che sono adeguatamente documentate.

Si precisa inoltre che sono ammissibili:

 

a) le spese relative al funzionamento ordinario dei beneficiari (personale e oneri di carattere generale, quali ad esempio carta e altri materiali di consumo, spese telefoniche, affitto sede ecc.), sostenute dal soggetto attuatore, nel limite del 20% degli altri costi ammissibili. Gli importi eccedenti tale limite sono considerati come spese non inerenti.

b) i costi per contratti di collaborazione a progetto, tirocini, stage e borse di studio a condizione che l’oggetto del contratto sottoscritto riguardi espressamente ed esclusivamente attività previste dal progetto finanziato dalla Camera e che il periodo rendicontato sia congruente con i tempi di realizzazione del progetto. In mancanza di contratto specifico questi costi sono considerati costi di funzionamento e ammessi nel limite del 20% degli altri costi ammissibili. Gli importi eccedenti tale limite sono considerati come spese non inerenti.
c) le spese per degustazioni con finalità promozionali;
d) le spese relative all’organizzazione di coffee break e buffet solo esclusivamente nel caso in cui l’iniziativa consista in un convegno o congresso e comunque nel limite max del 30% degli altri costi ammissibili. Questi costi, se sostenuti per iniziative diverse da convegni e congressi o per la parte che eccede la percentuale ammessa del 30% in caso di convegni e congressi, si considerano non ammissibili e concorrono alla diminuzione delle entrate.

Entità e forma dell’agevolazione

La Giunta camerale ha stanziato complessivamente, per la concessione di contributi di cui al presente Bando, la somma di € 190.000,00 a valere sul bilancio di previsione 2021. Tale somma è suddivisa in due distinti plafond, uno pari ad € 15.000,00 per iniziative di minori dimensioni e a impatto localistico e l’altro pari a € 175.000,00 destinato a finanziare le altre iniziative.

Il contributo camerale può essere concesso per un importo massimo non superiore al 50% delle spese ammissibili indicate a preventivo.

Il contributo massimo riconoscibile è di € 35.000,00.

Scadenza

Le domande possono essere inviate fino al 20 settembre 2021