Bando Viaggio in Lombardia. Terza edizione. Finanziamento a fondo perduto pari al 70% per la promozione di itinerari turistici fuoriporta.

 

Il bando “Viaggio inLombardia – terza edizione” sostiene lo sviluppo e la promozione istituzionale, da parte di partenariati di soggetti pubblici, di itinerari turistici che si snodano tra i comuni capoluogo e le destinazioni lombarde “fuoriporta” al fine di destagionalizzare, decentrare e rendere sostenibili i flussi di turisti e viaggiatori anche in vista dei prossimi grandi eventi quali Bergamo e Brescia Capitali Italiane della Cultura 2023 e Giochi Olimpici Invernali Milano Cortina 2026.

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda in forma aggregata i capifila di partenariati composti da:

a) enti locali lombardi ivi compresi i consorzi cui partecipano enti locali con esclusione di quelli che gestiscono attività aventi rilevanza economica ed imprenditoriale e, ove previsto dallo statuto, dei consorzi per la gestione dei servizi sociali;
b) soggetti pubblici di cui all’elenco delle unità istituzionali che fanno parte del settore delle Amministrazioni pubbliche (Settore S13 nel SEC) aventi prevalente finalità statutaria di promozione turistica;
c) camere di commercio lombarde
 
Il partenariato deve essere composto da almeno due partner.

 

Tipologia di interventi ammissibili

I progetti per essere dichiarati ammissibili devono prevedere le seguenti attività minime essenziali:

 

  1. declinazione di almeno un itinerario turistico tematico esperienziale che si sviluppa obbligatoriamente tra il comune capoluogo e le altre destinazioni anche in vista dei prossimi grandi eventi quali Bergamo e Brescia Capitali Italiane della Cultura 2023 e Giochi Olimpici Invernali Milano Cortina 2026.
  2. un’attività di promozione turistica b2c funzionale agli itinerari declinati
  3. un’attività di promozione turistica b2b funzionale agli itinerari declinati
 
I progetti devono prevedere:
 
 
• almeno un itinerario turistico da posizionare/riposizionare in termini competitivi ai fini di attrattività turistica con relativa matrice segmenti esperienziali/mercati/target;
• il concept di posizionamento/riposizionamento competitivo;
• il ruolo dei partner coinvolti;
• la strategia di comunicazione dell’offerta;
• le risorse per l’implementazione delle attività;
• gli indicatori di monitoraggio delle attività promozionali.
 
Tutti gli interventi devono obbligatoriamente attenersi alle regole operative di comunicazione indicate nel bando.
 
 
Le spese ammissibili devono essere riconducibili a:
 
• Spese di natura corrente: acquisto di servizi necessari allo sviluppo e alla promozione istituzionale di itinerari turistici per un valore pari al 50% dell’investimento complessivo;
• Spese di natura capitale: acquisto di beni, macchinari, attrezzature ad utilizzo pluriennale funzionali alla valorizzazione degli itinerari turistici stessi e finalizzati all’incremento patrimoniale dell’ente beneficiario per un valore pari al 50% dell’investimento complessivo.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di euro 2.400.000,00.

L’agevolazione massima concedibile per partenariato è pari a 100.000,00 euro.

L’intensità d’aiuto massima richiedibile è pari al 70% della spesa complessiva ammissibile, fatta salva la soglia di contributo massimo concedibile pari a 100.000,00 euro (centomila/00), e l’investimento minimo totale ammissibile non deve essere inferiore a 75.000,00 euro (settantacinquemila/00).

Scadenza

14/09/2021, ore 12:00