Bando sport outdoor 2021. Finanziamento a fondo perduto fino all’80% per la creazione di aree attrezzate per lo skyfitness e la creazione di playground nei comuni lombardi.

 

Obiettivo del bando è la promozione di nuovi modelli di pratica sportiva all’aperto, sia in autonomia che attraverso le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche operanti sul territorio, creando esperienze positive di sinergia tra le Amministrazioni pubbliche e le Associazioni e le Società Sportive Dilettantistiche per la gestione e manutenzione degli spazi.

Soggetti beneficiari

Enti pubblici proprietari del sito di intervento (Comuni, Province, Città Metropolitane, Enti parco, etc.)

Tipologia di interventi ammissibili

Gli interventi sono volti a promuovere la pratica sportiva all’aperto ed in autonomia, anche in risposta alle esigenze determinate dalla particolare situazione sanitaria e dalle misure di contenimento adottate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, che hanno costretto alla chiusura di palestre e centri sportivi, soprattutto al chiuso, ed hanno generato una grande richiesta di spazi all’aperto per lo svolgimento delle attività sportive in sicurezza. Inoltre gli interventi previsti consentiranno la valorizzazione o rigenerazione di aree verdi urbane e periurbane, rendendole completamente accessibili, mediante l’allestimento e l’installazione di strutture fisse per lo svolgimento di attività sportiva all’aperto, a corpo libero accessibili ai soggetti con disabilità od alla creazione di aree di playground attrezzate.

Il bando sarà quindi sviluppato su due diverse linee di finanziamento:

 

  • Linea 1: interventi di allestimento ed installazione di strutture fisse per lo svolgimento di attività sportiva all’aperto a corpo libero, accessibili ai soggetti con disabilità, quali installazioni skyfitness, calisthenics e circuiti di skyfitness, così come descritti nelle indicazioni operative allegate al bando;
  • Linea 2: interventi di riqualificazione o di allestimento di aree di playground dedicate agli sport outdoor ed interventi di smartizzazione delle aree di intervento mediante la creazione di aree a wifi libero.

 

E’ ammessa, per gli Enti aderenti, la possibilità di presentazione di un’unica domanda anche per più interventi combinati (linea 1 e linea 2), le cui modalità sono specificate all’interno del bando.

 

Sono ammesse a contributo le spese per gli interventi connessi ai seguenti ambiti:

 

Linea 1:

 

– Spese di progettazione, per un massimo del 10% del valore dell’intervento comprensive delle eventuali spese tecniche (contributi obbligatori dei professionisti);

– Lavori, opere civili e spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche, contributi obbligatori dei professionisti);

– Acquisto di attrezzature sportive dedicate allo skyfitness come descritte nel documento di progetto allegato al bando ivi compresi gli ausili sportivi funzionali all’espletamento delle attività sportive in skyfitness da parte di soggetti con disabilità;

– Spese legate all’implementazione della connettività wifi all’interno dell’area di intervento;

– Spese relative ad opere di non specifica destinazione sportiva purchè necessarie alle concrete esigenze di funzionalità degli spazi oggetto dell’intervento.

 

Linea 2:

 

– Spese di progettazione, per un massimo del 10% del valore dell’intervento comprensivi delle eventuali spese tecniche (contributi obbligatori dei professionisti);

– Lavori, opere civili e spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche, contributi obbligatori dei professionisti);

– Acquisto di attrezzature sportive dedicate all’allestimento del playground ivi compresi gli ausili sportivi funzionali all’espletamento delle attività sportive da parte di soggetti con disabilità;

– Spese legate all’implementazione della connettività wifi all’interno dell’area di intervento;

– Spese relative ad opere di non specifica destinazione sportiva purchè necessarie alle concrete esigenze di funzionalità degli spazi oggetto dell’intervento;

– ogni altro tributo o onere fiscale, previdenziale o assicurativo attinente alla realizzazione dell’intervento, se non recuperabile.

 

L’IVA costituisce spesa ammissibile esclusivamente nel caso in cui essa è a carico definitivo del soggetto.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di 4.451.588,00 €.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese ammesse a contributo, e comprensivo dei costi di progettazione, acquisto attrezzature e posizionamento, per un ammontare massimo, su ciascuna installazione, di € 40.000,00 sulla linea 1 e di € 150.000,00 sulla Linea 2

Scadenza

30/09/2021, ore 12:00