Bando Filming Cagliari. Anno 2020. Finanziamento a fondo perduto fino a € 60.000 per progetti di lungometraggio, fiction televisiva e docufiction.

 

La Fondazione Sardegna Film Commission mira a promuovere e valorizzare il patrimonio artistico ed ambientale, ad incrementare le risorse professionali e tecniche dell’isola, creando le condizioni per attrarre, in Sardegna le produzioni cineteleaudiovisive ed audiovisive nazionali ed internazionali, promuovendo e diffondendo (attraverso molteplici attività di carattere formativo, promozionale, produttivo) l’immagine e la conoscenza della Sardegna, della sua cultura, del territorio e della sua Storia, in Italia e all’estero.

Con il presente Avviso è stata indetta la selezione di domande per il finanziamento di costi e spese sostenute da produzioni cineteleaudiovisive che hanno realizzato, nel suddetto Comune di Cagliari e in Sardegna prodotti audiovisivi ammissibili ai sensi del presente Avviso nell’anno 2020.

Lo scopo dell’azione è quello di attrarre investimenti nel settore dell’audiovisivo, aprendo il territorio del Comune di Cagliari al sistema produttivo cineteleaudiovisivo, garantendo nel suddetto Comune, e quindi in Sardegna, generalizzate ricadute di investimento, di opportunità occupazionali e prodotti competitivi. Conseguente effetto di questo intervento è una ricaduta socio-economica che investe simultaneamente l’indotto culturale, turistico ed industriale, grazie alla presentazione del Comune di Cagliari come location ideale per le produzioni audiovisive e alla sua offerta di servizi e professionisti qualificati già presenti ed attivi nel territorio cittadino.

Immediato è il rafforzamento della de-stagionalizzazione e la conseguente valorizzazione delle strutture ricettive dell’indotto turistico-alberghiero e ricreativo interno all’anello urbano.

A questo fattore si deve aggiungere un esponenziale incremento del tasso occupazionale e del numero dei professionisti della filiera dell’audiovisivo residenti nel Comune di Cagliari, ovvero del potenziamento di progetti di riqualificazione professionale, grazie alla espansione delle opportunità di lavoro create dalla varietà di progetti audiovisivi da attrarre e realizzare nella capitale dell’isola.

Soggetti beneficiari

Possono presentare la domanda di partecipazione per l’ottenimento del finanziamento imprese anche micro, piccole e medie:

 

a) imprese cinematografiche o audiovisive italiane di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva iscritte al Registro delle Imprese con codice ATECO 2007 n. 59.1 Attività di produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, registrazioni musicali e sonore come codice primario, che siano produttori unici o coproduttori del progetto audiovisivo o abbiano un contratto di produzione esecutiva con la società di produzione del progetto filmico;

b) imprese cinematografiche o audiovisive UE di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva iscritte ad un registro equivalente in uno Stato Membro dell’Unione Europea con classificazione equivalente Eurostat NACE Rev. 2 J. 59.1 come codice primario, che detengano la quota di maggioranza del progetto audiovisivo e dimostrino di aver realizzato almeno un progetto filmico della stessa tipologia per cui si inoltra la domanda;

c) imprese cinematografiche o audiovisive extra UE di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva che detengano la quota di maggioranza del progetto audiovisivo e dimostrino di aver realizzato almeno un progetto filmico della stessa tipologia per cui si inoltra la domanda.

 

Le produzioni possono concorrere al finanziamento, anche nella forma della Associazione temporanea di impresa, le società commerciali, le società cooperative di produzione, le associazioni e le fondazioni che abbiano per oggetto la produzione cinematografica.

Tipologia di interventi ammissibili

Sono ammessi al presente bando le seguenti tipologie di progetto:

 

➢ Lungometraggio cineteleaudiovisivo

➢ Fiction televisiva

➢ Documentario/Docufiction

 

La Fondazione non prenderà in considerazione opere che incitino alla violenza, all’odio razziale, politico, sessuale o di genere.

 

Si considerano ammissibili esclusivamente i costi e le spese, al netto dell’IVA, relativi ai progetti ammissibili sostenuti direttamente dal produttore beneficiario sul territorio cagliaritano i cui importi siano stati corrisposti a soggetti, persone fisiche o giuridiche, aventi sede legale e/o operativa nel Comune di Cagliari:

 

• costumi;

• scenografie, teatri e costruzioni, interni e esterni dal vero;

• noleggio mezzi tecnici e trasporti;

• edizione, post produzione, assicurazioni;

• noleggi di varia natura;

• personale artistico residente a Cagliari: regista, attori e attrici, scenografo, costumista etc.;

• personale tecnico residente a Cagliari: produzione, personale tecnico, maestranze;

• affittacamere, catering, alberghi, ristoranti.

 

Saranno considerate ammissibili le spese sostenute a partire dal 01/01/2020 fino al 31/12/2020.

 

Le produzioni di cu ai punti precedenti devono aver realizzato Fiction televisive, Lungometraggi cineteleaudiovisivi e Documentari/Docufiction con impegni di spesa nella Regione Sardegna per la pre e post produzione e riprese non inferiore ad € 15.000,00, esclusa IVA.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria è di € 170.000.

Scadenza

Le candidature devono essere inviate entro il 31 marzo 2021.