Bando Dote Unica Lavoro. Fase 2. Finanziamento a fondo perduto una tantum a favore dei lavoratori parasubordinati o autonomi occasionali o con retribuzione da cessione di diritto d’autore, privi di partita IVA.

 

Sul BUR del 5.05.2021, serie ordinaria n.5., a pagina 49 è stato pubblicato il bando intento a sostenere i lavoratori privi di partita IVA che, nell’attuale contesto di crisi causata dalla pandemia COVID-19, si trovano in stato di disoccupazione, privi di tutele e intendono avviare un percorso di orientamento alla ricerca di un nuovo lavoro o di riqualificazione attraverso la misura regionale Dote Unica Lavoro.

Soggetti beneficiari

I beneficiari del contributo sono i lavoratori parasubordinati o autonomi occasionali o con retribuzione da cessione di diritto d’autore, privi di partita IVA che hanno presentato domanda di dote nell’ambito di Dote Unica Lavoro o Garanzia Giovani (Fase 1) e hanno già svolto la parte del percorso programmato di orientamento alla ricerca del lavoro, ricollocazione e
riqualificazione (10 ore di servizi a processo) cui è condizionata la domanda di erogazione del contributo stesso.

Tipologia di interventi ammissibili

L’agevolazione di cui al presente Avviso consiste in un contributo a fondo perduto una tantum pari a € 1.000 lordi a titolo di indennità di partecipazione, a fronte della fruizione da parte del beneficiario di un percorso nell’ambito della misura regionale Dote Unica Lavoro o Garanzia Giovani. Il contributo è assimilato al reddito da lavoro dipendente e pertanto sarà erogato al netto delle trattenute fiscali.

Entità e forma dell’agevolazione

La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 10.000.000,00.

Scadenza

La presentazione delle domande decorre decorre dall’11/02/2021 alle ore 12:00 del 30/06/2021.